La frutta martorana

 

frutta-martorana

Queste specialità, che imitano perfettamente frutta e ortaggi, dimostrano l’alta maestria dei pasticceri siciliani che qui mettono alla prova le loro capacità di modellatori e decoratori. In origine, come tante altre ricette, questa veniva preparata all’interno di un monastero, quello delle suore benedettine della Martorana di Palermo – la cui chiesa è una delle più belle della città – ed era tipica del giorno dei Morti, a Novembre. Oggi la si trova tutto l’anno e in quasi tutte le pasticcerie. Ecco la ricetta:

Sciogliete a fuoco dolcissimo 530gr. di zucchero cui avrete aggiunto 1/2 bicchiere d’acqua; quando comincerà a filare, versate 500gr. di farina di mandorle crude e 100gr. di farina 00. Mescolate sempre a fuoco lento fin quando la pasta si staccherà tutta insieme e sarà densissima, quasi dura. Una volta raffreddatasi sarà pronta per essere modellata e colorata.

Buon divertimento!


Le Sarde a “beccafico” Il vulcano Etna
Le Sarde a “beccafico”
Il vulcano Etna
© 2017 associazione Cotumè - c.f. 93188940873